Concerti di Musica Classica

Tommaso Benciolini

Tommaso Benciolini 2

Vincitore dell’ International Respighi Prize 2017, che lo ha recentemente portato al debutto sul prestigioso palcoscenico della Carnegie Hall di New York nel 2018, Tommaso Benciolini è nato a Bologna nel 1991 e si è diplomato a diciotto anni presso il Conservatorio “E. F. Dall’Abaco” di ottenendo il massimo dei voti, la lode e una borsa di studio. In seguito è risultato vincitore della XV Rassegna “Migliori Diplomati d’Italia” ottenendo il Premio Speciale SIAE.

Si è perfezionato inoltre presso l’Ecole Normale de Musique “Alfred Cortot” di Parigi con Pierre-Yves Artaud, per poi conseguire il “Master of Advanced Studies in Music Interpretation” presso il CSI di Lugano sotto la guida di Mario Caroli.

La sua attività concertistica lo porta ad esibirsi regolarmente nelle principali città italiane in prestigiose sedi quali Sala Verdi di Milano, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Bibiena di Mantova, Teatro Filarmonico di Verona, Teatro Toniolo di Mestre, Teatro Grande di Brescia, Teatro Donizetti di Bergamo e all’estero in Francia (Salle Cortot, Parigi), Svizzera (Auditorium CSI, Lugano), Polonia (Teatr Wielki), Spagna (Teatro Juan Bravo, Segovia), Belgio (Flagey Studio 4, Bruxelles), Germania (Detlmoder Landesteather), Inghilterra (Notting Hill Concert Series, Londra), Finlandia (Suomitaly Festival), Malta (Gaulitana Festival), Oman (Royal Opera House Muscat).

Nel 2012 è divenuto il più giovane docente del Conservatorio “E. F. Dall’Abaco” di Verona. Tommaso è stato inoltre invitato a tenere masterclass come docente a Cuba (Festival Internazionale di musica contemporanea), in Finlandia (Tampere Music Academy e Suomitaly Music Festival) e Estonia (Tartu Eller Music Academy). Accolto con successo dalla critica giornalistica e radiofonica, nel 2013 è stato pubblicato per l’etichetta VelutLuna il suo primo lavoro discografico dedicato alla musica da camera per flauto, violoncello e pianoforte. Nel Marzo 2014 la rivista Suonare News gli ha dedicato un’intervista per la rubrica “La Meglio Gioventù”.

Come solista ha collaborato con grandi artisti quali Luciana Serra, Giovanni Sollima, Emmanuel Ceysson, Andrea Battistoni, Leonora Armellini, Driusz Mikulski. Come primo flauto di orchestre quali l’Hulencourt Soloists Chamber Orchestra, l’Orchesrta del Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo, l’Orchestra Vivaldi ha altresì avuto modo di collaborare con artisti come Daniil Trifonov, Placido Domingo, Nelson Freire, Lilya Zilberstein, Augustin Dumay.

Nelle annate 2014 e 2015 Tommaso è stato invitato come artista ospite presso il “Festival Internacional
de Música Contemporánea” di L’Avana a Cuba, mentre nel 2015 ha debuttato presso il Gran Teatro La Fenice di Venezia, e presso la Sala Verdi di Milano nell’ambito della stagione delle Serate Musicali.

Nel 2017 ha debuttato come solista a Vienna con la Camerata Wien, e a Città del Messico, con la State of Mexico Symphony Orchestra.
L’anno 2018 ha visto il debutto come solista alla Carnegie Hall di New York accompagnato dalla Chamber Orchestra of New York, la presentazione del nuovo lavoro discografico dedicato alla musica di Alfredo Casella pubblicato da Concerto Classics, e un tour delle principali città della Cina con il FortePiano Trio, fondato insieme a Ludovico e Leonora Armellini e dedicato alla diffusione della musica da camera per flauto, violoncello e pianoforte. Nel 2019 è atteso in Spagna, Svizzera, Germania, Tunisia, Cina e nuovamente sul palco della Carnegie Hall di New York.

Tommaso suona un flauto Yamaha d’oro 14 carati.